Galleria Nazionale Danese

Istituita nel 1824 negli spazi del castello di Christiansborg slot, la Galleria Nazionale Danese nel 1896 fu trasferita nella sede attuale, costruita in 7 anni a partire dal  1889, richiamando lo stile rinascimentale italiano. Nel 1998 una nuova ala è stata costruita nel parco dietro l’edificio principale a cui è collegato grazie ad un tunnel vetrato chiamato la via delle sculture. Il passato e il presente si fondono e oggi ospitano tre collezioni principali che ripercorrono sette secoli di storia dell’arte europea: la collezione reale di pittura e scultura, la collezione reale di arte grafica e la collezione reale di statue in gesso. In tutto, oltre 240 mila opere di ampio respiro, di cui 9 mila dipinti e sculture, anche se non sempre esposte data la loro alta sensibilità alla luce.

Dal sedicesimo secolo i monarchi danesi hanno incominciato a acquistare opere d’arte provenienti da tutto il continente e grazie a questo possono essere ammirati teli e oggetti dal medioevo ai giorni nostri con una particolare attenzione ai capolavori di artisti fiamminghi e olandesi, come Rubens, fino a lavori di Picasso, Braque, Modigliani, Derain, Munch, Matisse e Degas. Le opere dal 1300 al 1800 comprendono pezzi di TizianoRembrandt e molti altri.

Le collezioni reali, accessibili al pubblico nel 1827, nel 1849 divennero di proprietà esclusiva dello Stato danese a seguito di sviluppi democratici e l’abolizione della monarchia assoluta in Danimarca.

Come risparmiare sul biglietto d'ingresso

Dedicate a chi intende visitare Copenaghen, le carte sconto consentono di risparmiare sugli ingressi alle più importanti attrazioni turistiche, sui mezzi di trasporto e sulle principali attività.
Galleria Nazionale Danese è una delle attrazioni incluse nella Copenaghen Card.

Mappa

Alloggi Galleria Nazionale Danese

Cerchi un alloggio in zona Galleria Nazionale Danese?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Galleria Nazionale Danese
Mostrami i prezzi